Il teatro come unico cielo: il testo, la voce, l'uditorio

Paganelli, Daniele A. (2009) Il teatro come unico cielo: il testo, la voce, l'uditorio. Bologna: Asterisco, DOI 10.6092/unibo/amsacta/2539.
Full text disponibile come:
[img]
Anteprima
Documento PDF
Download (1MB) | Anteprima

Abstract

Grotowski, Stanislavskij, Artaud, Bene... come Odisseo l’attore attraversa la storia del teatro, la storia dell’umanità, adoperandosi per quel risultato comune visibile attraverso lo spettacolo: esemplificazione di tale unico cielo. Aver riportato l’uomo al centro del teatro, l’attore al centro della scena, è anche domandarsi come questa reazione possa continuare. Il metodo di Alschitz, del quale riporto un’esperienza diretta, nasce per mantenere tale centralità e sostenere il teatro in una prospettiva di utilità all’interno delle dinamiche contemporanee. Nella messinscena, divengono centrali non la parola (che è testo, opera scritta, autore) ma piuttosto l’attore col suo “gesto vocale” (cioè, ancora una volta, l’uomo): voce che significa al di là della parola detta, che significa anche nel suo silenzio, voce quale momento di presenza umana e unicità. Emerge l’intimità vissuta pubblicamente nell’atto della scena: in quella illusione gli inganni non sono possibili, c’è solo verità. Il testo non è rinnegato, ma è semplicemente un mezzo per incontrare qualcuno o qualcosa, in sintesi, un mezzo per “incontrarsi”. Il teatro è il luogo dell’incontro, di quell'appuntamento.

Abstract
Tipologia del documento
Monografia (Saggio)
Autori
AutoreAffiliazioneORCID
Paganelli, Daniele A.
Parole chiave
teatro musica attore-autore spettatore verticale play training lettore voce temi sottotesto scomposizione racconto mito canto respiro prodursi scena Alschitz Bene Artaud Grotowski Brook Stanislavskij
Settori scientifico-disciplinari
DOI
Data di deposito
22 Dic 2008
Ultima modifica
16 Mag 2011 12:09
URI

Altri metadati

La presente opera può essere liberamente consultata ed utilizzata, può essere riprodotta in via permanente in formato digitale (c.d. salvataggio) e può esserne effettuata la stampa su carta con apparecchiature private (senza ricorso a terzi operatori professionali), per fini strettamente ed esclusivamente personali, di ricerca o didattica, con espresso divieto di qualunque utilizzo direttamente o indirettamente commerciale, salvo diverso accordo espresso fra il singolo utente e l'autore o il titolare dei diritti sull'opera. E' altresì consentita, sempre per i medesimi fini sopra citati, la ritrasmissione via rete telematica, la distribuzione o l'invio in qualunque forma dell'opera, compresa quella con indirizzamento personale per via telematica (e-mail), purchè sia sempre chiaramente indicato il link completo alla pagina del Sito di Alma DL in cui detta opera è presente. Ogni altro diritto sull'opera è riservato.

Statistica sui download

Statistica sui download

Gestione del documento: Visualizza il documento

^