Dal vivo della ferita. Corpi sensibili, corpo sociale e azione teatrale

Inglese, Maria ; Manghi, Sergio (2015) Dal vivo della ferita. Corpi sensibili, corpo sociale e azione teatrale. DOI 10.6092/unibo/amsacta/4260. In: Inquietudini delle intelligenze. Contributi e riflessioni sull'Arte Irregolare. A cura di: Tosatti, Bianca ; Ferrari, Stefano. Bologna: Dipartimento delle Arti, pp. 97-115. ISBN 978-88-905224-5-1. In: Quaderni di PsicoArt, (6). A cura di: Ferrari, Stefano. ISSN 2421-079X.
Full text disponibile come:
[img]
Anteprima
Documento PDF
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial (CC BY-NC 3.0)

Download (427kB) | Anteprima

Abstract

Due esperienze teatrali imperniate su “corpi sensibili” quali quelli di pazienti psichiatrici e di detenuti, rispettivamente Lenz Fondazione di Parma e Compagnia della Fortezza di Volterra, mostrano come i “corpi istituzionali” possano diventare luoghi di trasformazione personale e sociale. Two theatrical experiences centered on "sensitive bodies" such as those of psychiatric patients and prisoners, respectively Lenz Fondazione of Parma and Compagnia della Fortezza of Volterra, show how the "institutional bodies" can become places of personal and social transformation.

Abstract
Tipologia del documento
Estratto da libro
Autori
AutoreAffiliazioneORCID
Inglese, Maria
Manghi, Sergio
Settori scientifico-disciplinari
ISSN
2421-079X
ISBN
978-88-905224-5-1
DOI
Data di deposito
29 Mag 2015 08:50
Ultima modifica
21 Ott 2015 09:50
URI

Altri metadati

Statistica sui download

Statistica sui download

Gestione del documento: Visualizza il documento

^