Richard Long. Rievocare la memoria della natura

Seidita, Alessandra (2020) Richard Long. Rievocare la memoria della natura. Bologna: DAR - Dipartimento delle Arti, ISBN 9788854970199. DOI 10.6092/unibo/amsacta/6405. In: ARTYPE | Aperture sul contemporaneo (9). A cura di: Grandi, Silvia. ISSN 2465-2369.
Full text available as:
[img]
Preview
Text(pdf) (SEIDITA - RICHARD LONG)
License: Creative Commons Attribution Non-commercial

Download (5MB) | Preview

Abstract

Il presente saggio intende ripercorrere e analizzare l’itinerario artistico di Richard Long. A partire dalla fine degli anni Sessanta, l’artista inglese ha fatto del paesaggio naturale il soggetto e la materia prima della sua creazione artistica. La rappresentazione del paesaggio passa così attraverso un processo di delimitazione dell’ambiente naturale, mentre le sue opere si realizzano concretamente attraverso l’atto di camminare in luoghi remoti del nostro pianeta. Le linee “immaginarie” che tagliano il territorio, i percorsi registrati da testi e fotografie, le sculture inserite nel paesaggio, e le installazioni nelle gallerie, realizzate utilizzando i più disparati materiali naturali, sono l’esito finale di questi percorsi. Questa semplice azione dilata così i tradizionali confini della scultura, rendendo l’oggetto artistico immateriale, e includendo in es-so una quarta dimensione, quella del tempo.

Abstract
Document type
Monograph (Book)
Creators
CreatorsAffiliationORCID
Seidita, Alessandra
Subjects
ISSN
2465-2369
ISBN
9788854970199
DOI
Deposit date
25 Jun 2020 09:11
Last modified
25 Jun 2020 09:11
URI

Other metadata

Downloads

Downloads

Staff only: View the document

^