La geografia della mediazione linguistico-culturale

A cura di: Miller, Donna Rose ; Pano, Ana (2010) La geografia della mediazione linguistico-culturale. Bologna: Centro di Studi Linguistico-Culturali (CeSLiC), p. 279. DOI 10.6092/unibo/amsacta/2742. In: Quaderni del CeSLiC. Atti di Convegni (2). A cura di: Miller, Donna Rose. ISSN 1973-932X.

This is the most updated version of the document.

Full text available as:
[img]
Preview
PDF
License: Creative Commons Attribution Non-commercial

Download (3MB) | Preview

Abstract

I flussi migratori che stanno scuotendo e trasformando le nostre società incidono profondamente anche e soprattutto sul ruolo e sul concetto stesso di lingua. La lingua intesa come mezzo di comunicazione intra- e interculturale diventa sempre più e con maggior evidenza uno strumento di mediazione tra realtà spesso lontanissime –sia in senso geografico sia in senso culturale– dal quale dipende in larga misura l’esito di questo incontro/scontro di civiltà e culture. Il volume raccoglie una selezione degli interventi al convegno sulla Geografia della mediazione linguistico-culturale che il CeSLiC ha organizzato nel dicembre 2008. Mette in risalto tre assi principali attorno ai quali è possibile parlare di mediazione. Il primo verte sugli apporti anzitutto teorici allo stesso concetto di mediazione. Il secondo si concentra sulle applicazioni delle tesi sulla mediazione all’analisi linguistica e discorsiva, comprendendo anche la traduzione e la multimodalità. Questa sezione include anche un contributo dal campo, ossia quello del mediatore inteso come figura professionale. Il terzo invece offre diverse testimonianze dell’approccio mediatore nella didattica delle lingue e delle culture straniere.

Abstract

Available versions of this document

All users are allowed to access freely to the work, to reproduce, use, distribute, transmit and publicly display it and to produce and distribute derivative works, in any digital format, for a strictly personal private use or for teaching or research purposes, with express prohibition of any direct or indirect commercial use. Users are also authorized by the right holder to reproduce a limited number of printed copies of the work for their own personal use. In any case, moral rights of the author /s should be respected, mainly adequately acknowledging the right of paternity.

Downloads

Downloads

Staff only: View the document

^